La tinta senza ammoniaca? Ecco la nostra opinione

Da alcuni anni sono in molti a consigliare la tinta senza ammoniaca, ma questa è davvero migliore in termini di qualità e sicurezza rispetto alla tinta tradizionale? Bisogna partire da un presupposto, tutte le tinte per capelli possono causare reazioni allergiche deboli o anche gravi, quindi prima di provare una nuova tinta è necessario sempre fare una prova e leggere la sua composizione, e l’INCI che la caratterizza.

Detto ciò, torniamo alle tinte senza ammoniaca, queste di solito vengono considerate più salutari e meno invasive di una tradizionale, in realtà però secondo un servizio girato anche dall’emittente televisiva Sky TG 24, la tinta senza ammoniaca non è meno dannosa di quella che invece la contiene. Anzi secondo un’analisi della composizione, la tinta che non contiene ammoniaca rovina i capelli e soprattutto è dannosa per chi la utilizza. Ma perché la tinta senza ammoniaca fa male?

tinta senza ammoniaca - La tinta senza ammoniaca? Ecco la nostra opinione

I dati che evidenziano che la tinta senza ammoniaca è dannosa

Come già detto, tutte le tinte per capelli possono far scatenare in modo semplice delle reazioni allergiche, ma fare una tinta per i capelli senza ammoniaca può causare delle reazioni anche peggiori di quella che invece la contiene. Infatti, secondo chimici ed esperti questa tinta per capelli per eliminare l’ammoniaca aggiunge dei componenti che possono essere anche più dannosi.

All’interno dell’INCI della tinta senza ammoniaca si trovano componenti dannosi come la resorcina, i parabeni e la Etanolammina. Questi tre ingredienti fanno molto male, specialmente la etanolammina, una sostanza chimica che sostituisce l’ammoniaca e che diventa molto pericolosa per la salute.

L’etanolammina è molto nociva perché anche se non puzza come l’ammoniaca, in realtà è molto dannosa, rovina eccessivamente i capelli e soprattutto questa potrebbe causare delle reazioni allergiche molto gravi e di conseguenza altamente dannose per la salute.

L’ammoniaca a differenza, anche se puzza è solo lievemente nociva, quindi meno pericolosa dell’etanolammina. Questa tinta non dovrebbe essere utilizzata soprattutto durante la gravidanza, nonostante molti parrucchieri la consiglino durante questo periodo, in realtà l’etanolammina è molto pericolosa per le donne incinte, per questo motivo è meglio evitare il suo impiego durante questo periodo così delicato.

Quale tinte usare per evitare i rischi per la salute?

Dato che la tinta senza ammoniaca è dannosa, ma anche quella con ammoniaca risulta dare importanti reazioni allergiche, le tinte migliori da utilizzare sono quelle senza etanolammina e senza ammoniaca, quindi naturali come l’henné per i capelli. Dunque, bisogna sempre scegliere tinte il più possibile naturali, e se si va dal parrucchiere, meglio chiedere gli ingredienti della tinta e se devi scegliere allora è meglio optare per un colore con ammoniaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!